Clu - Capitolo I

Clu - Capitolo I

«Cava non volevo disturbarti mentre… però magari domani dobbiamo fare due parole perché c’è uno spiraglio nuovo, strano, particolare… a tratti incredibile, forse irrealizzabile. Sicuramente fantascientifico.»
Blog

Clu - Capitolo I

«Cava non volevo disturbarti mentre… però magari domani dobbiamo fare due parole perché c’è uno spiraglio nuovo, strano, particolare… a tratti incredibile, forse irrealizzabile. Sicuramente fantascientifico.»
3 mesi fa
Il casino è cominciato molto prima di questo vocale di WhatsApp che ha drasticamente cambiato le nostre vite. Diciamo che con questo vocale ci siamo infilati per davvero in quel casino di CLU: un ristorantino in un Castello…

Io ed Edo ci conosciamo da una vita, da quando giocavamo a calcio assieme, e seppur difendendoci abbastanza bene nel calcio da oratorio, siamo sempre stati molto più bravi nell’aperitivo dopo la partita. Oggi ci impiego 15 giorni per riprendermi da una serata giusta, ma un tempo ero un bel cavallo pure io eh!
Lui non ha sempre fatto il cuoco, anzi… ma da sempre ha avuto la stoffa e soprattutto il palato, forse ho una foto di una cenetta a casa sua nel feed di Instagram, adesso la cerco… ah no era sul suo di feed e usava pure hashtag come “#foodblogger” però quella piovra è uno dei pochi piatti che mi ricordo per davvero nella vita, forse legato ad un’emozione o forse no, ma lo metto tra il dessert “omaggio all’orto” di Luca De Santi e l’assoluto di cipolle di Romito.

Insomma Edo, prima o poi lo apriamo un ristorante?


Forse non è un caso che la prima persona che ho incontrato a fine lockdown 2020 è stata proprio lui. Il bar si chiamava Route 66 e i negroni che abbiamo bevuto, beh, insomma… forse per quello ora al posto del bar c’è un negozio di abbigliamento.
«Diamoci ancora 4 anni di tempo, finiamo i nostri percorsi di formazione e cerchiamo il posticino giusto» dopo questa frase e qualche negroni ci lasciammo così…. 4 anni sono diventati 4 mesi, poi non ce l’abbiamo più fatta: diamo il preavviso e ci poniamo il 2022 come obiettivo.

Un ristorantino piccolo, 40-50 coperti, fuori provincia con un piccolo giardinetto esterno per goderci l’estate: nulla di troppo esagerato… Sì, hai letto bene.
Da li comincia il nostro girovagare: uno stabile a Cisano, un palazzo d’epoca a Brivio, mamma quel posticino sul fiume a Villa d’Adda! Chissà che fine avrà fatto… fino a Terno d’Isola.
È fatta, è fatta per il posto a Terno d’Isola, Edo vado a firmare!
E invece… e invece quel giorno le due signore proprietarie dello stabile hanno cambiato le carte in tavola (che a noi andavano comunque bene, ma sono un po’ permaloso…) quindi prendo tempo, e menomale che ho preso tempo. Da li a pochi giorni ecco i vocali di WhatsApp che hanno aperto questo blog.



Che ne pensate di aprire il vostro ristorantino al Castello di Clanezzo?


Paura, eccitazione, incertezza ma curiosità… metteteci dentro tutto e date una bella frullata. Ambizione e incoscienza? O forse coraggio? Aggiungeteci il Covid, la guerra, l’inflazione e il più grande rincaro bollette della storia…

Di certo se il Castello è sempre stato una location da grossi eventi, matrimoni, banchetti e mai nessuno ci ha fatto un ristorantino, un motivo ci sarà! Sta di fatto che oggi, 20 settimane dopo, siamo qui con un ristorantino che va a 1000 a Clanezzo (ma chi ci viene a Clanezzo?), un estivo dove non si prenota ma la gente chiama per prenotare e la seconda edizione del food festival più figo di Bergamo, non me ne vogliano Chicco e Bobo.

Magari tra un anno ci troverete uno a fare il meccanico e l’altro a scaricare le ceste al mercato ortofrutticolo, ma per ora ci godiamo questo piccolo momento di stress, tensioni, preoccupazioni, gioie, e soddisfazioni. Tante soddisfazioni.


Ma chi ci viene a Clanezzo?


Siamo circondati da una squadra di ragazzi super, il traino di questo progetto, in una location da brividi, pieni di Giovedì sera ad Agosto, a Clanezzo… “ma chi ci viene a Clanezzo?” Questa frase mi rimbomba nelle orecchie tutte le volte che squilla il telefono.

Ora basta con i blog emozionali, il prossimo lo scrivo per spiegare la differenza tra estivo e ristorante, cosa sono i cluetti, perché la carta dei vini è così incasinata, perché all’estivo non si può prenotare… tra le 17:30 e le 18:00 faccio il pisolino: non chiamatemi per prenotare all’estivo. Momento Clu 2
3 mesi fa
JavaScript appears to be disabled in your browser settings.
This website may not work properly.